Gli Italiani e i “matrimoni vip”: non solo #Ferragnez

Gli Italiani e i “matrimoni vip”: non solo #Ferragnez

Le nozze di star, reali o di influencer hanno dominato la primavera/estate del 2018 e, considerata la copertura mediatica e il dibattito social, non sembra che gli Italiani siano esenti dal fascino dei matrimoni "vip".

Ma a quale matrimonio VIP avrebbero partecipato più volentieri?

L' ultimo matrimonio vip in ordine cronologico è quello di Chiara Ferragni e Fedez, tuttavia il matrimonio dei #Ferragnez non domina la classifica di preferenza tra gli italiani . L’attenzione infatti, è ripartita fra più coppie: Kate e William (14%), Ilary Blasi e Francesco Totti (12%), Megan e Henry (11%), Chiara Ferragni e Fedez (11%) e Jacqueline e John Kennedy (10%).  Dunque, non emerge una coppia vincitrice sul totale, ma si evidenziano differenze significative per genere e fasce d’età.

Innanzitutto le donne hanno una preferenza significativamente più alta rispetto agli uomini per l’aristocrazia, i matrimoni “reali” sembrano attrarle più di altri. Se guardiamo, invece, le fasce d’età sembra che ogni generazione abbia la sua coppia preferita: Jacqueline e John Kennedy per i Baby Boomers (55+), Ilary Blasi e Francesco Totti per la Generazione X e Chiara Ferragni e Fedez per i Millenials.

E gli Italiani, come vorrebbero (o hanno voluto), invece, il loro matrimonio?

Al momento gli Italiani vivono la celebrazione del proprio matrimonio ancora in modo “tradizionale”: la maggioranza preferisce che i posti siano assegnati ai tavoli del pranzo e preferisce celebrarlo d’estate, con la bella stagione. Reggono ancora le Bomboniere (il 60%) e non c’è pieno accordo sul fatto di avere più amici o più parenti fra gli invitati.

In linea coi dettami della tradizione la maggior parte degli Italiani ha optato o opterebbe per un rito religioso. In questo caso emergono però differenze significative sia per d’età che per regione. Tra i più giovani (18-34) il matrimonio civile supera il 40% mentre al Sud rimane salda la propensione a scegliere il rito religioso (76%)

Questo non è l’unico elemento che dipinge il Sud Italia  più vicino a qualche “stereotipo”. Anche il budget che si è disposti a pagare per la cerimonia caratterizza l’Italia in modo diverso.

Coloro che spenderebbero meno di 2.000 euro per il loro matrimonio sono significativamente più presenti al Nord e al Centro mentre la percentuale maggiore di coloro che spenderebbero oltre 10.000 euro abita al Sud.

Nota Metodologica

Questo report è stato realizzato utilizzando dati rilevati tramite metodologia Omnibus.

YouGov ha intervistato, in modalità CAWI, un campione di 1008 rispondenti rappresentativi della popolazione Italiana online di età 18+.

Il sondaggio è stato condotto su panel proprietario YouGov, dal 4 al 5 Settembre 2018, utilizzando il metodo delle quote.

 

Photo by Anne Edgar on Unsplash