Quali sono le più grandi minacce alla salute degli esseri umani per gli italiani?

Quali sono le più grandi minacce alla salute degli esseri umani per gli italiani?
da

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha elencato le potenziali minacce alla salute degli esseri umani oggi. Qual è l’opinione degli italiani?

All’inizio di quest'anno, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha stabilito un piano quinquennale per il miglioramento delle condizioni di salute delle persone in tutto il mondo, e ha pubblicato una lista dei principali problemi odierni che richiedono un intervento urgente. Tra questi, la diffusione di malattie non trasmissibili dovute ad abitudini non salutari, o all’HIV.

Abbiamo chiesto agli italiani di scegliere quale tra questi sia il problema a cui, secondo la propria personale opinione, andrebbe data la priorità assoluta.

L’inquinamento dell’aria e la diffusione di malattie causate da stili di vita non salutari sono i problemi da affrontare con maggiore urgenza

Tra questi, due aspetti emergono più altri e assumono una priorità quasi assoluta. L’inquinamento dell’aria è la minaccia alla salute globale considerata prioritaria dal 70% degli italiani, che si trovano d’accordo con quanto dichiarato dall’OMS. Con 9 persone su 10 che, in tutto il mondo, si trovano a respirare ogni giorno aria inquinata, l’organizzazione infatti considera questo come il principale rischio ambientale per la nostra salute.

Lo stesso grado di urgenza viene attribuito alla diffusione di malattie non trasmissibili come ad esempio il cancro, il diabete, o le patologie cardiache, spesso causate da stili di vita non salutari. Il 67% degli italiani lo ha selezionato infatti come prioritario: secondo i dati dell’OMS, questa è la causa di oltre il 70% di tutte le morti a livello globale ogni anno. A questo proposito l’organizzazione si propone di lavorare con i Governi per promuovere stili di vita più sani per ridurre il tasso di morti premature prevenibili.

Più di 5 persone su 10 classificano la mancanza di accesso all'assistenza sanitaria in alcune parti del mondo (55%) come una priorità. L’OMS la ripropone nella lista di obiettivi a breve termine su cui lavorare, dopo un periodo in cui era stato messo da parte a favore dell’eradicamento di alcune malattie.

La resistenza agli antibiotici è un altro problema rilevante per il 54% degli italiani. La resistenza sviluppata da batteri, parassiti e funghi è dovuta all’abuso di questi farmaci da parte delle persone, ma anche all’uso negli animali che poi vengono utilizzati nella produzione alimentare, o nei pesticidi. L’OMS si promuove di implementare un piano globale per evitare che malattie mortali ed oggi curabili diventino difficili da trattare.

Infine la febbre Dengue, scelta da solo il 13% del campione, è invece, il problema percepito come meno prioritario.

Nota Metodologica

Questo report è stato realizzato utilizzando dati rilevati tramite metodologia Omnibus. YouGov ha intervistato, in modalità CAWI, un campione di 1189 rispondenti rappresentativi della popolazione Italiana di età 18+. Il sondaggio è stato condotto su panel proprietario YouGov, dal 03 al 04 settembre 2019, utilizzando il metodo delle quote.

Per favore leggi le regole della nostra community prima di iniziare a postare