YouGov NextGen: Le aziende di cui i giovani hanno più discusso nel 2019

YouGov NextGen: Le aziende di cui i giovani hanno più discusso nel 2019

Le generazioni Y e Z parlano soprattutto di marchi digitali. Soltanto un’azienda che non appartiene a questa categoria è entrata nella Top 10 italiana della classifica NextGen di BrandIndex.

Attraverso il nostro strumento BrandIndex, ogni giorno chiediamo agli italiani di valutare i brand che conoscono sulla base di 16 dimensioni: tra queste il Word of Mouth, o passaparola, attraverso cui abbiamo identificato i dieci brand di cui i giovani di tutto il mondo hanno parlato in modo positivo nel 2019.

La classifica mondiale NextGen 2019 è dominata da Facebook, che si posiziona nella top ten in venti mercati.

Tra gli altri social media e marchi online, Instagram ha conquistato i primi posti in quattordici mercati, WhatsApp in tredici, seguito da YouTube che si è classificato tra le prime dieci posizioni in dodici mercati.


Il noto marchio di video streaming Netflix si è classificato a livello mondiale tra le prime dieci posizioni in diciassette mercati, Spotify in nove.


Apple si trova nella top ten di tredici mercati, mentre Samsung in otto. iPhone si è classificato tra i migliori marchi in sette mercati.

Di chi parlano i millennials italiani?


Per quanto riguarda la classifica del nostro Paese, abbiamo analizzato i 302 brand tracciati da BrandIndex di YouGov Italia: Amazon è quello positivamente più discusso tra i millennials italiani, con un punteggio word of mouth di 71.2, seguito a breve distanza da Netflix. La top ten italiana è dominata quasi interamente da giganti tecnologici americani.

Facebook, al quarto posto, appare nella classifica più di una volta: Whatsapp ed Instagram , rispettivamente al terzo ed al quinto posto, infatti fanno parte del gruppo Facebook ed insieme occupano uno spazio prioritario nella vita dei millennials italiani.

Infine, almeno 6 giovani su 10 quest’anno hanno discusso di tre aziende di viaggi, tutte online: l’italiana trenitalia si fa spazio all’interno di una classifica tutta americana, insieme ad Booking.com ed Airbnb, colossi del settore viaggi online.

A proposito della classifica NextGen 

Abbiamo selezionato tra i 302 brand tracciati da BrandIndex di YouGov Italia quelli con Buzz positivo, che chiede agli intervistati "Hai sentito qualcosa di positivo sul marchio nelle ultime due settimane, attraverso pubblicità, notizie o passaparola?" I marchi con basso punteggio di Buzz positivo sono stati scartati dall’analisi. Questi marchi sono stati quindi classificati in base al punteggio del “word of mouth”, o passaparola, che chiede agli intervistati "Di quali dei seguenti marchi hai parlato con amici e familiari nelle ultime due settimane (di persona, online o attraverso i social media)?" Il campione di questa ricerca è composto da italiani di età compresa tra 18 e 34 anni. I dati sono stati raccolti dal 1 settembre 2018 al 31 agosto 2019.

Foto: ELEVATE -  Pexels

Per favore leggi le regole della nostra community prima di iniziare a postare