Il Coronavirus in Italia e l’impatto sulla vita quotidiana

Il Coronavirus in Italia e l’impatto sulla vita quotidiana

Dalla sua scoperta a Dicembre, lo scoppio del 2019-nCoV – più comunemente conosciuto come il coronavirus – ha contagiato diversi paesi nel mondo. In Italia, dopo i primi 2 casi a Roma a fine gennaio, venerdì 21 febbraio è risultato positivo al test il primo italiano e la diffusione del virus in questi giorni ha raggiunto sempre più regioni in Italia.

YouGov ha monitorato il percepito degli italiani per comprendere il loro livello di preoccupazione e come questo virus sta modificando le loro abitudini.

Il livello di allerta degli italiani sembra diminuire fra la rilevazione di fine settimana scorsa (21 e 22 di febbraio) e quella di inizio di questa settimana (25 e 26 di febbraio): se il coronavirus veniva percepito come una minaccia grave da circa 1 persona su 2, ad oggi, rileviamo 1 persona su 3 che lo percepisce come una minaccia grave.

Da quando è stato individuato il paziente 1, i media hanno seguito assiduamente la faccenda tanto che 2 italiani su 3 concordano che le notizie relative al coronavirus siano troppe.

 

Ma come si stanno comportando gli italiani dopo che il virus ha iniziato a diffondersi in tutta Italia?

Gli Italiani hanno iniziato a mettere in atto delle azioni volte al rispetto delle norme igieniche, come lavarsi più frequentemente le mani e usare dei disinfettanti. Inoltre, sempre più persone hanno iniziato ad evitare i luoghi affollati (anche i mezzi pubblici) e cercano di stare lontane da persone che mostrano sintomi influenzali. Nonostante il livello di allerta sia più basso, in questi ultimi giorni le persone hanno iniziato a (o hanno pensato di) mettere in atto un numero maggiore di azioni per proteggersi dal coronavirus.

 

Nota Metodologica

Questo report è stato realizzato utilizzando dati rilevati tramite metodologia Omnibus.
YouGov ha intervistato, in modalità CAWI, un campione di rispondenti rappresentativi della popolazione Italiana di età 18+.
Il sondaggio è stato condotto su panel proprietario YouGov, utilizzando il metodo delle quote.

I periodi di relavazione e le basi campionarie sono:

  • I wave: 21-22 febbraio 2020, n=1029
  • II wave: 25-26 febbraio 2020, n=1031

Photo by Laura Dewilde on Unsplash

Per favore leggi le regole della nostra community prima di iniziare a postare