Streaming video: frequenza e modalità di fruizione

Streaming video: frequenza e modalità di fruizione

Quasi un italiano su sette è abbonato o condivide l’abbonamento ad almeno una piattaforma di streaming video a pagamento. In particolare gli «heavy users» (coloro che usano piattaforme di streaming video tutti i giorni o quasi), sono il 40% degli italiani maggiorenni, di più di chi guarda film e serie tv con frequenza moderata o ridotta (il 28% degli italiani usa piattaforme a pagamento al massimo una volta a settimana). Il restante 32% non possiede né condivide un abbonamento.

Il 77% degli streaming users guarda film e serie dallo schermo della tv. Esiste tuttavia una quota non indifferente di persone che usano le piattaforme di streaming a pagamento solo tramite supporti alternativi: il 23% degli streaming user guarda film e serie-tv esclusivamente dallo schermo del computer, dello smartphone o del tablet.

Amazon Prime Video è il servizio con il maggior numero di abbonati (possesso o condivisione), seguito da Neflix. Tuttavia è Netflix ad avere la quota maggiore di «heavy users» (coloro che usano la piattaforma tutti i giorni o quasi). Il 69% di chi ha Netflix lo utilizza tutti i giorni o quasi. Per Prime Video gli «heavy user» scendono al 42%, complice il fatto che il servizio è incluso per tutti i sottoscritti ad Amazon Prime.

La possibilità di scegliere quando iniziare e interrompere la visione, la varietà dell'offerta e la pubblicità assente o ridotta sono in motivi principali per cui gli streaming user guardano film e serie tv in streaming piuttosto che in televisione. La comodità, e in parte il prezzo elevato dei biglietti del cinema, sono invece le ragioni per le quali viene preferito lo streaming all'andare al cinema.

I Millennials si presentano come la generazione più attenta alla quantità di film e serie proposte. Se da un lato l'ampia offerta rappresenta per il 63% dei Millennials (vs. 55% degli streaming user di ogni età) una ragione importante per cui guardare film e serie in streaming piuttosto che in televisione, è anche vero che per il 27% di essi (vs. 21% degli streaming user di ogni età) la quantità film e serie proposte rappresenta un freno all'utilizzo. Un'elevata attenzione all'offerta che si riflette anche nella quota di Millennials, il 24%, che sostiene che la perdita di tempo dovuta al processo di scelta di un contenuto può indurre, certe volte, a non utilizzare una piattaforma di streaming.
 

 

Nota Metodologica

Questo report è stato realizzato utilizzando dati rilevati tramite metodologia Omnibus.
YouGov ha intervistato, in modalità CAWI, un campione di 1018 rispondenti rappresentativi della popolazione Italiana di età 18+.
Il sondaggio è stato condotto su panel proprietario YouGov, dal 13 al 14 Marzo 2020, utilizzando il metodo delle quote.

Mano vettore creata da makyzz su Freepik.com
Icons by Flaticon.com

Per favore leggi le regole della nostra community prima di iniziare a postare