Gli Italiani vogliono che le pubblicità di Natale parlino del Covid?

Gli Italiani vogliono che le pubblicità di Natale parlino del Covid?
da
in

Le festività natalizie si avvicinano, e gli italiani non vogliono che le pubblicità fingano che tutto sia normale.

Alcune aziende hanno appena lanciato le loro pubblicità natalizie ed altre lo faranno nelle prossime settimane. Ma la pandemia rende questo un anno diverso anche per il marketing, e ci si chiede quale sia il modo migliore per affrontare l'argomento.

Nel complesso, sei italiani su dieci (60%) pensano che le aziende dovrebbero riconoscere o menzionare la pandemia nelle loro pubblicità questo Natale, mentre un terzo (30%) preferirebbe che il Covid non fosse menzionato.

 

Sei italiani su dieci vogliono che le pubblicità Natalizie riconoscano l'esistenza del Covid-19.

Secondo te quest'anno le pubblicità natalizie dovrebbero menzionare o riconoscere, anche indirettamente, l'esistenza del Covid-19? | Base: 1011 Italiani 18+

 

 

Una persona su dieci è invece indecisa su quale sia il miglior modo di affrontare l'argomento festivo in un anno in cui l'epidemia di Covid fa da protagonista.

Ma dando uno sguardo più approfondito ai dati, notiamo delle differenze tra le fasce di età. Infatti, i più giovani (67% di chi ha 18-24 anni) vogliono che la pandemia sia menzionata dalle pubblicità natalizie più degli altri.

 

I più giovani sono più favorevoli alle pubblicità natalizie che menzionano il Covid-19. La fascia di età 35-44 è la più contraria.

Secondo te quest'anno le pubblicità natalizie dovrebbero menzionare o riconoscere, anche indirettamente, l'esistenza del Covid-19? | Base: 1011 Italiani 18+

 

 

 

In particolare, la differenza più netta è rispetto al gruppo dei 34-45 anni, in cui l'accordo scende al 50%, mentre il numero di persone che non vorrebbero venisse menzionato sale al 37%.

Inoltre, anche le famiglie si trovano in linea con questa tendenza: il 58% dei nuclei familiari con almeno un figlio minore di 18 anni vorrebbe che si parlasse del Covid-19, il 31% invece no.

Anche dal punto di vista geografico i dati mostrano delle differenze, in particolare nelle aree più colpite o coinvolte da misure più restrittive.

 

Le aree più colpite dalla pandemia sono meno propense a volerla vedere menzionata nelle pubblicità natalizie.

Secondo te quest'anno le pubblicità natalizie dovrebbero menzionare o riconoscere, anche indirettamente, l'esistenza del Covid-19? | Base: 1011 Italiani 18+

 

 

Nelle isole (65%) ed al centro sud (64%), la maggioranza vorrebbe che le campagne di marketing di Natale quest'anno menzionassero la pandemia globale. Le aree che sono invece state colpite in modo più forte in principio, e che oggi sono state soggette per prime a misure più stringenti, sono meno d'accordo (55%).

 

 

Metodologia.

Il sondaggio è stato effettuato online, su un panel proprietario di YouGov. I dati sono ponderati per essere rappresentativi della popolazione adulta italiana. Interviste condotte a Novembre 2020 su un campione di 1011 persone rappresentative della popolazione italiana (18+).

 
Per favore leggi le regole della nostra community prima di iniziare a postare