Secondo 7 italiani su 10, gli smartphone peggiorano la qualità del tempo trascorso insieme

Secondo 7 italiani su 10, gli smartphone peggiorano la qualità del tempo trascorso insieme

I telefoni cellulari sono un accessorio presente nella vita quotidiana della maggior parte degli italiani, rendendo tutti più connessi: il 67% delle persone pensa che facilitino la comunicazione in termini di quantità, rendendola più frequente. L’onnipresenza dei cellulari ha però un rovescio della medaglia...

Comunicazioni più frequenti non sono necessariamente più efficaci: soltanto il 36% le definirebbe tali.

Molti pensano che il cellulare li renda meno presenti ed attenti con le persone (48%), peggiorando la qualità del tempo trascorso insieme (66%). Ad esempio, Il 44% delle persone ammette di controllare le notifiche del telefono mentre parla con qualcuno di persona. Questo comportamento così frequente è considerato molto fastidoso da oltre la metà degli italiani (56%), ma non è l’unico: il telefono ormai parte della nostra vita è inevitabilmente diventato protagonista di norme sociali non scritte che, spesso, vengono violate dalle stesse persone che le “impongono” agli altri.

Oltre che sulle relazioni interpersonali, i cellulari hanno anche conseguenze sulla propria vita personale.

4 persone su 10 ritengono che l’uso del telefono abbia ridotto la propria capacità di prestare attenzione a qualcosa per un tempo prolungato senza distrarsi (41%). Spesso, l'uso del cellulare sottrae del tempo che potrebbe essere dedicato ad altre attività (ad esempio leggere, guardare un film ecc., 53%).

Sarà forse questa consapevolezza a far sentire la necessità di ridurre il tempo trascorso quotidianamente utilizzandolo (50%)? 

Volerlo però non basta: soltanto il 21% degli italiani è riuscito a ridurre l’uso dello smartphone rispetto al passato e continua a provare a ridurlo. Altri invece vorrebbero, ma non ci riescono (16%) o vorrebbero ma pensano di non riuscirci (6%).

Nota Metodologica

Questo report è stato realizzato utilizzando dati rilevati tramite metodologia Omnibus.
YouGov ha intervistato, in modalità CAWI, un campione di 1008 rispondenti rappresentativi della popolazione Italiana di età 18+.
Il sondaggio è stato condotto su panel proprietario YouGov, dal 21 al 22 ottobre 2019, utilizzando il metodo delle quote.

Per favore leggi le regole della nostra community prima di iniziare a postare