Internazionale: come il COVID-19 influenza le vacanze delle persone

Internazionale: come il COVID-19 influenza le vacanze delle persone

Un nuovo sondaggio internazionale di YouGov, indaga come nei vari paesi viene percepito l’arrivo dei turisti stranieri e la propensione delle persone a trascorrere le proprie vacanze all'estero.

 

Per quanto riguarda l'arrivo degli stranieri nel proprio paese...

Abbiamo chiesto alle persone se erano favorevoli o contrarie a far accedere turisti provenienti da vari paesi senza la quarantena.

Gli italiani, in particolare, si oppongono all’arrivo di turisti provenienti da Cina e Stati Uniti. Al contrario, sono favorevoli all’arrivo di turisti provenienti dai paesi nordici (Finlandia, Norvegia e Danimarca), così come dalla Spagna e dalla Francia. Per alcuni paesi c’è un po’ di incertezza, infatti per Svezia e Germania la maggior parte degli italiani è favorevole ad ammetterli, ma allo stesso modo c’è una buona percentuale di persone contrarie. Accade l’opposto per il Regno Unito, per cui la maggior parte delle persone è contraria ma c’è una buona quota di favorevoli.

 

Ma come cambia l’atteggiamento nei vari paesi?

In generale, sia in Europa che in America le persone sono contrarie all’arrivo di turisti stranieri, e questo dipende dal paese di provenienza.

Gli Americani e gli Svedesi si oppongono ai turisti di qualsiasi nazione. Danesi e Tedeschi si oppongono a tutti i paesi eccetto tra di loro, mentre Svedesi e Finlandesi si oppongono a tutti eccetto i Danesi.

I Francesi sono tendenzialmente favorevoli ad ammettere nel paese i turisti provenienti dalla Germania e dalla Scandinavia. Solo gli Italiani sono leggermente più favorevoli a far accedere i turisti dai paesi Europei, ad eccezione del Regno Unito, mentre sono fortemente contrari ad ammettere turisti Cinesi e Americani.

Ci sono alcune evidenze che emergono dai vari paesi...

I principali paesi Europei vogliono che i turisti dal Regno Uniti non entrino nel proprio paese...

Francesi, Spagnoli, Italiani e Tedeschi tendono a opporsi maggiormente ai turisti provenienti dal Regno Unito quest’estate, rispetto ai turisti provenienti da qualsiasi altro paese Europeo.

Per esempio, gli Spagnoli che si oppongono ai turisti di altri paesi Europei sono tra il 40% e il 54%, mentre per i turisti dal Regno Unito la percentuale cresce fino al 61%. Allo stesso modo, in Francia emerge che il 55% si oppone ai turisti da UK, rispetto al 32-46% che si oppone agli altri turisti Europei. In Italia è il 44% contro il 29-38%, e in Germania il 58% contro il 34-52%.

…gli Scandinavi sono più diffidenti verso gli Svedesi…

Gli Scandinavi sono più preoccupati per l’ingresso di turisti Svedesi. In Danimarca, Norvegia e Finlandia, i turisti Svedesi ricevono più opposizione di tutti gli altri Europei, rispettivamente il 61%, 73% e 81%. La Svezia è l’unico tra questi paesi a non aver istituito il lockdown, e di conseguenza, l’aumento di casi sta chiaramente preoccupando i vicini.

…e tutti sono preoccupati per i turisti Americani e Cinesi

Gli Europei tendono ad essere più preoccupati per l’arrivo di turisti dall’America e dalla Cina. I turisti Americani ricevono la maggior opposizione in tutti i paesi (eccetto per la Svezia in cui seguono la Cina, e la Finlandia dove seguono la Svezia). In generale, tra il 61% e il 79% delle persone in tutti i paesi si oppone all’ammissione di turisti Americani nel proprio paese quest’estate.

I turisti dalla Cina sono altrettanto poco benvenuti, con un’opposizione tra il 57% e il 77%. Sono i turisti meno benvenuti in America e Svezia, e al secondo posto nella maggior parte degli altri paesi.

 

E come il COVID-19 influenza i turisti a recarsi in paesi esteri...

Lo studio ha indagato anche l’intenzione delle persone a visitare altri paesi quest’estate.

Il Coronavirus sta chiaramente bloccando le persone dall’andare all’estero.

La maggior parte degli italiani infatti non sta prendendo in considerazione di trascorrere le proprie vacanze estive all’estero a causa del COVID-19. La Spagna e i paesi nordici (Finlandia, Norvegia e Danimarca) sono quelli leggermente più presi in considerazione, ma la maggior parte degli italiani non li sta considerando a causa del coronavirus. Mentre è evidente che USA e Cina sono i due paesi in cui la metà degli italiani non andrebbe a causa del COVID-19.

Anche a livello internazionale sono poche le persone che stanno considerando di fare le vacanze all’estero.

In particolare, Cina e Stati Uniti sono i due paesi in cui gli Europei sono meno favorevoli a recarsi.

 

Photo by Camila Perez on Unsplash

Per favore leggi le regole della nostra community prima di iniziare a postare