La casa del futuro è già qui

La casa del futuro è già qui

Alto è l'interesse per la domotica...

L’84% degli italiani ha già sentito parlare di casa intelligente o casa dotata di un sistema di domotica, percentuale che aumenta significativamente tra gli uomini fino all’89% e tra gli abitanti del Nord Ovest fino al 90%, al contrario al Sud risulta meno nota (ovvero dal 76% degli abitanti).

La possibilità di controllare la casa attraverso internet è la caratteristica più associata alla domotica (dal 79% di chi ha già sentito parlare di casa intelligente), segue l’idea di una casa dotata di un sistema tecnologico (69%) e in generale di un sistema in grado di migliorare la qualità della vita (50%).

Se definiamo una casa intelligente o domotica “una casa dotata di sistemi tecnologici dell'elettronica e dell'informatica, che permettono all'utente di gestire (anche a distanza) gli impianti presenti in casa, come ad esempio gli elettrodomestici, il termostato o l'antifurto”, l’84% degli italiani si dichiara interessato a una casa con queste caratteristiche, in particolare più di 1 “giovanissimo” (18-24 anni) su 2 sostiene di essere molto interessato.

...ma scarso l'impiego dei suoi servizi

È solo il 15% degli italiani che sostiene di aver dotato la propria casa con un sistema di domotica. In questo caso sono i 35-44enni (24%) e gli abitanti delle Isole (23%) coloro che più di tutti dichiarano di aver installato nella propria casa qualche sistema che la rende “intelligente”.

I sistemi che controllano l’illuminazione (45%) e la termoregolazione/riscaldamento (44%) sono i due più installati nelle case degli italiani che dichiarano di avere una casa “intelligente”. Ma anche la sicurezza sembra essere un tema importante legato alla domotica, seguono, infatti, il sistema di allarme, antintrusione e di videosorveglianza.

Date le apparecchiature presenti nelle case, i vantaggi che vengono maggiormente riconosciuti dai possessori di questi sistemi sono:

  • la possibilità di poter gestire la casa anche da lontano, ad esempio dall’ufficio o in vacanza (60%)
  • una maggiore sicurezza (55%)
  • un maggior controllo della casa (54%).

 

Focalizzandoci invece sugli svantaggi, i più riscontrati sono:

  • i costi elevati dei sistemi (51%)
  • la necessità di fare dei lavori di installazione/ristrutturazione (40%)
  • i possibili malfunzionamenti nel sistema (35%)

ma 1 persona su 10 sostiene che la domotica non presenti alcuno svantaggio.

Cosa ne pensano gli italiani della domotica?

È evidente che la tecnologia farà sempre più parte delle nostre vite, infatti quasi 9 persone su 10 pensano che in futuro le case diventeranno sempre più autonome, e secondo 7 persone su 10 questo ci sta facendo diventare sempre più pigri. La domotica, secondo gli italiani, da un lato rende le proprie case più sicure (70%) dall’altro sembra che i dispositivi domotici siano un ulteriore modo per controllare e tracciare le persone (49%). Ma comunque la maggior parte (62%) ritiene importante dotare la casa di un sistema domotico.

 

Nota Metodologica

Questo report è stato realizzato utilizzando dati rilevati tramite metodologia Omnibus.

YouGov ha intervistato, in modalità CAWI, un campione di 1012 rispondenti rappresentativi della popolazione Italiana online di età 18+.

Il sondaggio è stato condotto su panel proprietario YouGov, dal 13 al 16 Dicembre 2018, utilizzando il metodo delle quote.

Icon: The Noun Project

Photo by Siniz Kim on Unsplash