Leggere in un mondo digitalizzato: tra carta stampata e nuove tecnologie

Leggere in un mondo digitalizzato: tra carta stampata e nuove tecnologie

Abbiamo analizzato i cambiamenti che il digitale sta portando nel mondo della musica, ma cosa sta succedendo in quello dell’editoria?

 

Per quanto riguarda i libri...

Innanzitutto le persone che negli ultimi 6 mesi hanno letto un libro sono 7 su 10, sono quindi di meno rispetto alle 9 su 10 che hanno ascoltato musica. Tra di essi:

  • L’86% ha letto un libro su carta stampata, senza particolari differenze di genere o età
  • Il 39% ha letto un ebook, percentuale che arriva al 46% tra i più giovani (18-34 anni)
  • Infine l’11% ha ascoltato un audiolibro, in questo caso anche tra i più giovani la percentuale è allineata al totale della popolazione (13% tra i 18-34enni).

Amazon sembra presidiare bene il mondo dei libri digitali, dimostrandosi il top player sia per quanto riguarda gli ebook che gli audiolibri. Infatti Amazon Kindle è l’app scelta dal 70% dei lettori di ebook (seguono Google Play Libri e Kobo con circa il 20% di lettori ciascuno); mentre Audible è l’app scelta dal 52% degli ascoltatori di audiolibri (MyBooks e Smart AudioBook seguono con circa 25% di ascoltatori l’uno).

In particolare oltre 1 persona su 2 ritiene che sia più conveniente acquistare ebook/audiolibri rispetto ai libri cartacei, ma soprattutto i libri in formato digitale sembrano essere comodi (47%) e in particolare gli audiolibri perchè si possono ascoltare mentre si fa altro (44%). Degli audiolibri, il 39% degli italiani che leggono, ne apprezza la possibilità di ascoltare un autore famoso leggere il libro. Allo stesso tempo però il 54% ritiene che l’ascolto dell’audiolibro renda difficile concetrarsi sulla storia (forse proprio per la pretesa di ascoltarli mentre si è impegnati in altre attività!).

Tutto sommato i libri cartacei continuano a essere preferiti per svariati motivi: si possono conservare dopo averli letti (86%), si possono sottolineare e appuntarci le proprie riflessioni mentre si legge (67%), ma soprattutto perchè il profumo della carta stampata continua a essere uno dei preferiti di molte persone (75%).

 

Passando ora ai giornali...

Tra chi ha letto almeno un giornale negli ultimi sei mesi, anche in questo caso si tratta di 7 italiani su 10:

  • La carta stampata continua ad avere il primato con l’80% dei lettori
  • Contro il 39% di lettori digitali direttamente dal sito del giornale (che aumenta tra i 18-34enni fino al 54%) e il 17% di lettori della testata tramite l’app ufficiale (che invece sembra coinvolgere di più i 45-54enni e gli uomini)
  • Ma c’è anche chi si affida a siti o app generali di notizie (il 32%).

Il vantaggio del web è la velocità con la quale le notizie vengono comunicate, infatti quasi 3 persone su 4 preferiscono leggerle online per essere sempre aggiornati. Ma la quantità di notizie presenti in rete potrebbe far perdere di vista quelle più importanti, infatti il 70% dei lettori di giornali preferisce la carta stampata per concentrarsi meglio, e il 56% ritiene che le notizie stampate siano più approfondite.

Per quanto riguarda i costi, la sottoscrizione a un abbonamento digitale è percepita più convieniente (rispetto all’acquisto di giornali cartacei) dal 47% degli italiani, affrontando invece il tema dell’impatto ambientale, il 39% sostiene che stampare i giornali sia solo uno spreco di carta.

I giornali stampati vengono acquistati dal 57% degli italiani solo se riportano notizie particolarmente di loro interesse, ma c’è comunque una quota di italiani (37%) ai quali piace andare ogni mattina in edicola per acquistare il proprio quotidiano.

 

Nota Metodologica

Questo report è stato realizzato utilizzando dati rilevati tramite metodologia Omnibus.

YouGov ha intervistato, in modalità CAWI, un campione di 1016 rispondenti rappresentativi della popolazione Italiana online di età 18+.

Il sondaggio è stato condotto su panel proprietario YouGov, dal 5 al 6 Dicembre 2018, utilizzando il metodo delle quote.

 

Icon: The Noun Project

Copertina: Photo by Thought Catalog on Unsplash