Studio internazionale: in che modo il coronavirus ha influenzato la vita privata delle persone?

Studio internazionale: in che modo il coronavirus ha influenzato la vita privata delle persone?
da

Un nuovo sondaggio svolto in 14 Nazioni esamina l'impatto del COVID-19 sulle relazioni, la fede e la salute mentale delle persone.

Gli effetti devastanti che la pandemia ha avuto su tutto il pianeta sono purtroppo ben noti in termini di diffusione del contagio e di vite perse. Ma ciò che è meno noto è come il COVID-19 abbia influenzato la vita privata delle persone.

Relazioni romantiche

Gli Emirati Arabi Uniti riferiscono di aver subito l’impatto più negativo sulle loro vite romantiche, con il 24% che afferma che la loro relazione è peggiorata o addirittura terminata a causa del virus. Allo stesso modo, un indonesiano su cinque (21%) afferma che il virus ha messo a dura prova la propria vita amorosa, e lo stesso per il 15% di americani e britannici.

Gli italiani sono stati meno colpiti su questo fronte, solo il 10%, ed ancora meno i danesi al 7%.

Relazioni familiari

Anche se le vite amorose degli italiani sono state tra le meno colpite, le loro relazioni familiari sono un'altra questione. Quasi un terzo (29%) degli italiani afferma che le relazioni familiari sono diventate tese, o che hanno persino smesso di parlare del tutto con qualche membro della propria famiglia, a causa della malattia.

A questo proposito l’italia si trova al secondo posto, preceduta dalla Danimarca che però arriva fino a quasi la metà delle persone (48%) ad aver vissuto conseguenze negative sulle relazioni familiari. Invece cinesi sono quelli che meno hanno sperimentato disarmonia in famiglia dall'inizio della pandemia, appena il 9%.

Amicizie

I danesi sono anche i più propensi a dire che le amicizie hanno subito un duro colpo a causa del coronavirus, al 35% insieme agli indonesiani.

Ancora una volta, sono i cinesi ad avere litigato meno con i propri amici a causa della pandemia (9%).

Fede

La pandemia globale è un periodo difficile per tutti noi, e per molte persone religiose è anche una prova della loro fede. Negli Emirati Arabi Uniti, circa il 16% delle persone afferma che la propria fede è diventata più instabile o è andata completamente persa, a causa della pandemia. Uno su otto (12%) a Singapore, l'11% in Indonesia.

Salute mentale

L’Italia si trova anche tra i primi tre Paesi in cui la pandemia ha, tra le altre cose,  avuto l’impatto peggiore sulla salute mentale.

Sei italiani su dieci (60%) affermano che la pandemia ha avuto un impatto negativo sullo stato della propria salute mentale, preceduti dai britannici, al primo posto con il 65% e da Hong Kong, al 62%.

Per un’analisi più approfondita sui dati sulla salute mentale leggi anche: Italiani al terzo posto per impatto mentale negativo del Covid

 

 

Per favore leggi le regole della nostra community prima di iniziare a postare